Ray Ban Ultimi Modelli

E dare in mano a Sergio Martino un cast che ricalca quasi in toto quello dell’84 (con una differenza di budget non indifferente) significa evidenziare in maniera piuttosto esplicita quelle differenze “tecniche” di un cinema che non possiede più il “genere”, ma ne appare anzi posseduto a fini meramente commerciali. Sarebbe un peccato, però, non evidenziare quel che di buono la pellicola offre, nel tentativo di omaggiare un passato non troppo glorioso ma che ha conquistato almeno tre generazioni di spettatori. Risultato, questo, che non può essere snobbato da facili intellettualismi.

Nelu, un uomo sulla quarantina, lavora come guardia di sicurezza al supermercato di Salonta, una piccola cittadina sul confine rumeno ungherese. Qui, molta gente tenta con ogni mezzo di superare illegalmente la frontiera per raggiungere l’Europa occidentale attraverso l’Ungheria. Per Nelu, le giornate trascorrono una identica all’altra: all’alba va a pescare, poi al lavoro e infine torna a casa da Florica, sua moglie, in una fattoria isolata nei campi fuori dall’abitato.

Personaggio centrale dell’opera è la ragazza del titolo, Carrie White, che sullo schermo ha i lunghi capelli rossi e il volto pallido e lentigginoso della giovane Sissy Spacek (già vista ne La rabbia giovane). Carrie è un’adolescente timida ed emarginata che vive con la madre Margaret (Piper Laurie), una psicopatica esaltata che sembra incarnare il puritanesimo e la sessuofobia dell’America più conservatrice. La rigida repressione dell’ambiente domestico, unita ad un tremendo senso di inadeguatezza (Carrie è lo zimbello della scuola, perenne bersaglio degli scherzi delle sue compagne), contribuiranno a far emergere i poteri paranormali della protagonista (la telecinesi, ovvero la capacità di spostare gli oggetti con la forza del pensiero), fino a scatenare una terrificante vendetta dai connotati apocalittici che non risparmierà nulla e nessuno..

Holocene evolution of Kolleru lake Rao. 16. Mishra. Nonostante il padre dolente di Joaquin Phoenix covi vendetta, non riuscirà a portarla alle estreme conseguenze. Sulla strada resta allora un innocente, nel cuore un dolore indicibile, sullo schermo il cinema come lavoro del lutto. Pubblico o privato..

Il marchio Yves Saint Laurent non ha certamente tralasciato le linee Shoulder Bags, borse a tracolla di lusso. La linea YSL DANDY FLAP BAG è disponibile in pelle, nei colori nero, rosso e fucsia, con doppia catena e cinturino, da indossare sia sulla spalla che cross body. Per questa borsa si spendono 1.495 euro.

Lascia un commento