Ray Ban Poco Prezzo

7. Assimilation agendas of the state what space remains for aboriginal law and culture Watson. 8. Ad ogni pellicola, Kristin acquista qualcosa: è splendidamente dolorosa e ambigua nel ruolo di Lady Anne in Riccardo III (1995) di Richard Loncraine; intensa e profonda, quasi indimenticabile, nell’inosservato Un’estate indimenticabile (1995) di Lucian Pintilie e si offre anche in una piccola parte al regista Brian De Palma con Mission: Impossible (1996), spy story cult degli anni Novanta.Minghella la vuole in Il paziente ingleseMa lo stato di grazia è, solo e solamente, con il ritratto della dolorosa e romantica Katherine in Il Paziente Inglese (1996) di Anthony Minghella che le vale la nomination agli Oscar, ai Golden Globe e al BAFTA (meritatissime) come Miglior Attrice Protagonista. Incancellabile e memorabile sotto ogni punto di vista, tanto che Hollywood la chiama a gran voce: L’uomo che sussurrava ai cavalli (1998) di Robert Redford e Destini Incrociati (1999) di Sydney Pollack.Amica intima di Anthony Minghella partecipa anche al corto del regista Play (2000), tratto da una pièce teatrale di Samuel Beckett, con Alan Rickman e Juliet Stephenson, in cui “giocano” con un funereo triangolo amoroso.Le pellicole dal 2000 ad oggi e i prestigiosi premi teatraliAll’inizio del nuovo secolo, ormai separata dal marito, Kristin Scott Thomas è semplicemente l’attrice al servizio dei grandi maestri: Robert Altman e Irvin Winkler su tutti, con cui gira rispettivamente Gosford Park e L’ultimo sogno.Nel 2004 prende parte alle avventure del celebre ladro gentiluomo Arsenio Lupin interpretando Josephine, la contessa di Cagliostro. Lo stesso anno è nominata all’Olivier come Miglior Attrice Teatrale del 2003 per il suo ruolo in “Tre Sorelle” di Checov e riceve anche la Legion D’Onore dalla Francia nel 2005 per i suoi contributi artistici.

Ha vissuto da clandestino, fatto il muratore e il giardiniere. Poi è tornato ad occuparsi di musica, ha fondato un gruppo tradizionale, partecipato a vari progetti interculturali nelle scuole. Là bas (2012), di Guido Lombardi, non è la sua prima esperienza d’attore: lo si è visto in La squadra, Tintoria, Alle falde del Kilimangiaro, ha lavorato per il teatro.

nato a Santiago del Cile, da madre cilena e padre italiano. Cresciuto a San Paolo e a Buenos Aires, nel 1977 approda a Milano, espulso dall’Argentina. Ha trascorso poi lunghi periodi a New York, Los Angeles e a Parigi. Tre anni dopo, nel 2016, torna al cinema nei panni dell’agente Sebastian Grimsby, fratello del più sciocco Nobby, nella commedia Grimsby Attenti a quell’altro diretta da Louis Leterrier e nel thriller politico di John Madden Miss Sloane.Gli 007 svedesi piacciono, eccome, alla Mostra di Venezia. Accolto da un lungo applauso in sala stampa, il regista di Stoccolma Tomas Alfredson e il produttore Tim Bevan hanno portato oggi in concorso Tinker, Taylor, Soldier, Spy (in Italia a gennaio con il titolo La Talpa), che lo sceneggiatore Peter Straughan ha tratto dal romanzo capolavoro sul mondo delle spie di John Le Carré. Già adattato per il piccolo schermo nel 1979 in una miniserie in 7 puntate, La Talpa ha portato al Lido anche un cast di altissimo livello: Colin Firth, John Hurt, Benedict Cumberbatch, Mark Strong e Gary Oldman, che nel film di Alfredson veste i panni del personaggio interpretato trent’anni fa da Alec Guinness nella miniserie tv.

Lascia un commento