Occhiali Da Sole Ray Ban Neri

Continuerà a lavorare in televisione anche dopo il suo debutto teatrale (un adattamento dell'”Otello” di William Shakespeare) in molte altre serie tv (Por t, Luciana y Nicols, Como Pedro por su casa, Gitanas e Capadocia). Ma sarà Cara o cruz, prodotta da Telemundo e da Argos Comunicacin, a farla conoscere in Spagna e, soprattutto, negli Stati Uniti.La sua carriera nel cinema ha inizio invece con Por la libre, sotto la direzione di Juan Carlos de Llaca, poi seguita da Un segreto de Esperanza e, nel 2003, da Ladies Night. A quel punto, le porte di Hollywood si spalancano e Ana de la Reguera si ritrova a vestire i panni di Sorella Encarnacin in Super Nacho (2006), pellicola di Jared Hess, già regista di Napoleon Dynamite, con Jack Black, Héctor Jiménes e Peter Stormare.

Inquieto per la lunga assenza di Lela in Algeria, Hakim decide di andare a cercarla a Parigi nel parrucchiere dove aveva detto di lavorare. In realtà il padre scopre che la figlia non ha mai lavorato, non riesce a rintracciarla né a trovarla. In una notte d’inverno inizia così la ricerca disperata di Lela e della verità.Lo vediamo ancora tra i banchi di scuola come professor Keating a insegnare ai suoi studenti il carpe diem oraziano, o vestito da Mrs.

Però, sembra non sbagliare neanche un copione, acquistando sempre più “potere” nell’establishment hollywoodiano. Dagli anni Novanta, i suoi film hanno guadagnato quasi 3 miliardi di dollari e nel 2007 era la 14ma donna più ricca dello showbusiness. Così, mentre, piano piano, le rivali della sua generazione, apparentemente più accreditate, più affascinanti o semplicemente più brave, come Elizabeth Shue, Jamie Lee Curtis, Sharon Stone o Helen Hunt, sono sparite, lei è stata la partner di Keanu Reeves in due occasioni, a distanza di dodici anni l’una dall’altra (1994 con Speed e nel 2006 con La casa sul lago del tempo), ha centrato un vincitore dell’Oscar per il Miglior film con Crash, ha sbancato i botteghini per ben due volte con la serie Miss Detective.

Frequenta la scuola per ragazze Joshigakuen di Tokyo e non appena diplomata inizia la carriera di attrice entrando nella compagnia teatrale Gekidan Mingei. il 1955. Il suo primo ruolo è quello di Sophie nello spettacolo “A Japanese Called Otto” del 1966, anche se la sua migliore performance è nel ruolo di Anna Frank in “The Diary of a Young Girl” (1977).I film più importantiL’esordio cinematografico arriva con il film Buttsuke homban (1958) di Kz Saeki, ma è Toshiya Fujita a volerla per gran parte dei suoi film.

Lascia un commento